Main Content

Curare l’arte …

L’arte deve confortare il disturbato e disturbare il comodo.
Mi presento | Mostre | Contatti

Mostre recenti

Arcipelago fossile

Inaugura sabato 25 luglio 2020 a Cortina d’Ampezzo (BL) la prima edizione della rassegna artistica Sentieri d’arte con il progetto “Arcipelago fossile”, che prevede la partecipazione di Alessandro Ferri (Dado), Federico Tosi, T-yong Chung con la curatela di Fulvio Chimento e Carlotta Minarelli.
Le opere degli artisti, allestite in ambiente naturale, accompagnano il visitatore alla scoperta di due distinti sentieri delle Dolomiti d’Ampezzo: Gores de Federa e Pian de ra Spines. La mostra di arte pubblica è promossa da Associazione Controcorrente, Regole d’Ampezzo, Liceo Artistico di Cortina, in collaborazione con Quiqueg agenzia creativa (Milano) e con il patrocinio del Comune di Cortina.

Filigrana

Inaugura venerdì 24 gennaio 2020 alle ore 18.00 a Palazzo Vizzani a Bologna (via Santo Stefano 43) la mostra Filigrana, che propone un dialogo tra le opere, per la maggior parte inedite, di Stefano Arienti, Pierpaolo Campanini e Maurizio Mercuri, a cura di Fulvio Chimento. Filigrana è promossa e organizzata dall’Associazione Alchemilla in collaborazione con Associazione Controcorrente nell’ambito di ART CITY Segnala 2020 e in occasione di Arte Fiera.

Amore e Rivoluzione

Una mostra allestita sopra ai venti metri di vuoto sottostanti la Stazione Casilina. Dieci artisti si misurano sul tema della sospensione e sul senso di comunità espressione del XXI sec. Via del Mandrione rappresenta un patrimonio di primaria importanza dal punto di vista storico, culturale e umano per la città di Roma. L’inaugurazione ha luogo il 6 settembre 2019 alle ore 18.30

STANZE | Odes to the Present

T-yong Chung realizza a Roma un progetto site-specific presso la Keats-Shelley House di Piazza di Spagna. La mostra è organizzata per i 200 anni dalla stesura di “Ode a un usignolo” di John Keats, che qui trovò la morte nel febbraio del 1821.
Il progetto espositivo prevede un dialogo tra le opere dell’artista coreano e i manoscritti autografi di Keats, Shelley e Byron, oltre a Jorge Luis Borges, Oscar Wilde, Mary Shelley, Walt Whitman.

ALCHEMILLA

ALCHEMILLA è un progetto site-specific ideato per le otto stanze di Palazzo Vizzani-Sanguinetti a Bologna, che risultano disabitate da molti anni. Il tema della mostra è ispirato a “La poetica della rêverie” del filosofo ed epistemiologo francese Gaston Bachelard. Artisti: David Casini, Cuoghi Corsello, Dado, Claudia Losi, T-yong Chung; a cura di Fulvio Chimento. Inaugurazione: 1 febbraio 2018 ore 18.

Archivio mostre

Italia – Oriente 2015 -12

Italia-Oriente è una residenza d’artista che si è svolta dal 2012 al 2015 (IV edizioni) nella prima settimana di settembre all’Ashram Joytinat (AN), a cura di Fulvio Chimento. Artisti: Umberto Chiodi, Valerio Giacone, Jean Baptiste Maitre, Chiara Pergola, T-yong Chung, Jacopo Mandich, Alessandro Moreschini, Noa Pane.

Terzo Paradiso

Con il progetto Terzo Paradiso Michelangelo Pistoletto ha gettato le basi di una società basata su condivisione, partecipazione, cooperazione, rispetto, sostenibilità.

AILANTO – Ailanthus altissima

AILANTO – Ailanthus altissima, Cuoghi Corsello e Dado, a cura di Fulvio Chimento, 13 febbraio – 12 giugno 2016, Biblioteca Civica Luigi Poletti, Modena.

EFFIMERA – Relazioni disarmoniche

EFFIMERA è una mostra dal taglio sperimentale che concentra il proprio interesse su artisti italiani nati negli anni Settanta che utilizzano un apparato tecnologico fortemente innovativo, e che negli ultimi anni hanno fatto risuonare l’eco della loro arte anche al fuori dei confini nazionali.

EFFIMERA – Suoni, luci, visioni

Con opere di Carlo Bernardini, Sarah Ciracì, Roberto Pugliese, a cura di Fulvio Chimento e Luca Panaro, 18 marzo – 7 maggio 2017, MATA, Modena.

AILANTO – Padiglione Tineo

AILANTO Padiglione Tineo, Cuoghi Corsello e Dado
a cura di Fulvio Chimento – 14 ottobre – 2 novembre 2016
Orto botanico, Palermo.
L’esposizione ruota intorno a una metafora poetica che ha una ricaduta in ambito critico: il parallelismo tra una pianta invasiva non autoctona, l’ailanto, e alcuni linguaggi artistici che si sono diffusi a partire dagli anni Ottanta a oggi.